L'Archivio Porcinai: tutela e valorizzazione tra carte e territorio

Per la Giornata del Paesaggio 2021 la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Toscana ha deciso di organizzare, in collaborazione con l’Associazione Pietro Porcinai, il pomeriggio del 17 marzo, una tavola rotonda in diretta streaming sulla Pagina Facebook istituzionale dal titolo L'Archivio Porcinai: tutela e valorizzazione tra carte e territorio.

Il progetto "Procedamus"

Le iniziative di valorizzazione e di innovazione sugli archivi universitari hanno condotto alla realizzazione del progetto Titulus nel 1995-1997, al successivo UniDOC e, attualmente, del progetto di formazione-intervento Procedamus, che significa «Proced.imenti Am.ministrativi delle U.niversità degli S.tudi», ideato nel 2015 da Gianni Penzo Doria.

L’Archivio storico di Tollegno 1900

Con i suoi oltre due chilometri lineari di documenti, l’Archivio storico di Tollegno 1900 è una delle raccolte più ricche e complete del settore tessile esistenti.

Archivio Rame Fo, un esempio di patrimonio integrato di arte e spettacolo

A gennaio 2021, dopo alcuni mesi di interruzione dovuti all’attuale situazione sanitaria, sono ripresi gli interventi previsti nella seconda fase del progetto “Comunicazione e Valorizzazione dell’archivio Franca Rame Dario Fo”, coordinato dall'ICAR, con il quale si proseguirà la schedatura e il riordino del patrimonio depositato nell’Archivio di Stato di Verona dal 2016.

“Scegli tu, l’essenziale è il pane”. Un esempio di narrazione che emerge dalle carte di un archivio di impresa. #archivid'impresa

Gli archivi di impresa non parlano solo di contabilità, rapporti di lavoro, filiere produttive, tecnoloigia, comunicazione di prodotto. A volte documentano vicende umane che coinvolgono dimensioni sociali, politiche, giudiziarie, che incrociano passaggi chiave della storia di un Paese o della vita di una comunità.

Il Politecnico di Milano tra antifascismo e resistenza: 1943-1945

“Al Politecnico, sulla Piazza Leonardo da Vinci che avevo lasciato poco prima arriviamo da via Pascoli: sembrava che tutti si fossero dati appuntamento per quell’ora. Partigiani, con fazzoletto tricolore, bracciale rosso, mitra e fucili, andavano e venivano. Tutti cantavano, e c’era nelle loro voci un’intonazione gioiosa, che riempiva l’aria di note e il nostro cuore di fremiti, di commozione.”*

Un progetto

 flipboard icon

Login Form

Registrati e accedi per dialogare con "Il mondo degli archivi"


Per registrarsi e autenticarsi è necessario accettare i cookies.