Casoli (CH): il campo di concentramento fascista e il suo archivio on line

Il dato storico dell’esistenza, nell’Italia fascista, di numerosi campi di concentramento per internati civili è stato per lungo tempo sostanzialmente estraneo alla memoria storica degli italiani, forse in virtù del vecchio e radicato stereotipo della bontà italiana. Nei fatti, dal giugno del 1940, l’internamento, di competenza del Ministero dell’interno fino all’8 settembre del 1943, divenne uno strumento persecutorio contro i cittadini tanto italiani quanto stranieri, considerati, a vario titolo, pericolosi per il regime e per la sicurezza nazionale del Regno.

Le fonti sui terremoti dell’Archivio di Stato di Torino #specialeterremoti

I terremoti hanno da sempre rappresentato per gli uomini uno dei fenomeni naturali più distruttivi e spaventosi: è pertanto ovvio che di molti eventi sismici del passato sia stata mantenuta la memoria non solo all’interno delle cronache o comunque delle fonti letterarie, ma anche nei documenti d’archivio.

Le centraliniste 1959

L’Archivio Storico Telecom Italia (oggi TIM): oltre la business history

Con i suoi 18 km di documentazione l’Archivio Storico TIM, inaugurato nel 1998,  è oggi in Europa fra i più grandi archivi di impresa. Ma la sua rilevanza non si esaurisce nella vastità.

Alla scoperta di un archivio filmico: Helga Fanderl e la poesia del quotidiano in Super8

Recentemente è stato pubblicato online il primo risultato di un articolato progetto di riordino, digitalizzazione e catalogazione dell’archivio filmico della cineasta tedesca Helga Fanderl. Un archivio costituito a oggi da un corpus di oltre novecento film in Super8, i cui originali sono depositati e conservati presso il Deutsches Filminstitut, DIF e.V. Filmarchiv Wiesbaden (Germania).

Bagnacavallo, una città in Archivio

L'Archivio storico comunale di Bagnacavallo (RA), suddiviso nelle due sezioni "antica" (sec. XIII-1795) e "moderna" (1796-1976), comprende importanti nuclei e serie documentarie e partecipa a numerose iniziative regionali e nazionali, rivolgendosi soprattutto ai giovani e agli studenti.

Il Fondo Oriana Fallaci a Firenze – Consiglio regionale della Toscana

Grazie alla donazione che sarà fatta da Edoardo Perazzi, nipote ed erede universale di Oriana Fallaci, il Consiglio regionale della Toscana acquisirà un importante Fondo documentario costituito da materiale librario, archivistico e oggetti appartenuti alla scrittrice.

Un progetto

 flipboard icon

Login Form

Registrati e accedi per dialogare con "Il mondo degli archivi"


Per registrarsi e autenticarsi è necessario accettare i cookies.